Le piattaforme B2C di e-commerce sono in piena concorrenza. Le strategie e le tecniche di marketing sono sempre più sofisticate e in continuo aggiornamento. Tuttavia, più volte assistiamo ad uno spreco di risorse nel periodo post-festività dove le strategie di remarketing non vengono sfruttate in modo efficace. Le aziende aumentano il budget per migliorare le entrate e il traffico sui loro siti, di solito annullano le campagne a pagamento nel periodo delle festività (o le mettono in pausa) e spostano l’attenzione sulla promozione via e-mail.

Per coloro che desiderano evitare la miopia del remarketing, e vogliono ottenere il massimo dagli investimenti per il traffico generato  dalla ricerca sul web anche nel periodo delle festività, vi presentiamo alcuni suggerimenti per aumentare i visitatori diretti al vostro sito sfruttando al meglio le campagne di re-marketing.

Tecnica 1: Studiate il pubblico per il remarketing

È stagione di regali! Significa acquisti in eccesso, ma anche nuovi visitatori che non sono normali acquirenti. Segmentate questo pubblico, sia che essi provengano  da determinati URL e chiavi di ricerca (ad esempio guida ai regali) oppure giunti in determinati periodi  (come Black Friday o Cyber ​​Monday) o acquirenti dell’ultimo minuto.

Può sembrare ovvio, ma questi segmenti di pubblico possono compromettere le vostre strategie di remarketing e l’immagine del marchio. Vi spieghiamo i motivi: forse visitando il sito questi utenti non hanno comprato nulla, con il remarketing capirete che hanno già comprato altrove (o peggio, hanno già acquistato da voi). Oppure, forse avete segmentato il pubblico in modo simile a quelli che gestiscono visitatori esterni al sito.

Prendete in considerazione la creazione di azioni di remarketing intelligenti che bloccano il tracciamento nei giorni festivi o la creazione di liste di e-mail che escludono gli utenti che si sono registrati nei giorni festivi. Ci sono molti modi per farlo, ma pensate in modo creativo per isolare quel tipo di traffico ed evitare il sovra-reinvestimento post-festività.

Tecnica 2: Riciclate il traffico dei giorni festivi

Gli utenti ottenuti nei giorni festivi sono utili, anche se non per l’intero anno. Anche se le vacanze invernali sono una parte molto importante del mondo dello shopping, ci sono altre festività durante le quali la vostra azienda pubblica promozioni speciali. Questi utenti possono essere utili per altri periodi dell’anno. Avvicinatevi a loro per le vacanze come la festa della mamma, la festa del papà, ecc. Combinare il targeting con messaggi incentrati sui regali aiuterà a raggiungere gli obiettivi più velocemente.

Tecnica 3: Migliorate la gestione dell’inventario stagionale

Potete ancora capitalizzare gli acquirenti delle feste come pubblico di remarketing, quindi non tutto è perduto. Se siete abbastanza agili e il volume del traffico è sufficientemente elevato da giustificarlo, questi segmenti di pubblico possono essere utilizzati anche come lista remarketing per le festività. Segmentate il pubblico a livello di prodotto ed eseguite annunci upsell su articoli complementari dei loro acquisti per massimizzare il valore di quel visitatore.

Più avanti, utilizzerete le stesse festività con i segmenti di pubblico a livello di prodotto come mezzo per sbarazzarvi dell’inventario stagionale più velocemente. Offrite promozioni o sconti specifici del prodotto per le vendite di fine stagione in base agli articoli acquistati per fare spazio a un nuovo inventario: gli utenti potrebbero volerne uno o due di più se incentivati a sufficienza.

Tecnica 4: Convertite gli utenti in acquirenti fedeli

Dal momento che quello delle feste di fine anno è uno dei periodi più costosi dell’anno, fare in modo che il traffico porti solo ad un acquisto senza pensare al lungo termine non è una buon strategia. Un utente con un valore dell’ordine di € 350,00 e un elenco di articoli riacquistati maggiore di 10 sarà probabilmente un candidato migliore rispetto a chi ha acquistato un articolo o ha speso solo € 25,00. Inoltre, valutate non solo il numero di articoli o il valore del carrello, ma il tipo di prodotti acquistati: erano tre dello stesso articolo, tre articoli nella stessa famiglia di prodotti o acquisti su tutta la linea?

Prendete in considerazione la possibilità di effettuare anche altre azioni, come invio di e-mail il giorno del compleanno, o basati sugli interessi del consumatore, ecc. Ciò significa che i messaggi futuri possono essere calcolati a cadenza regolare, le offerte possono essere gestite in modo più appropriato. È anche un modo perfetto per entrare in contatto con altre stagioni o promozioni che vi possono aiutare durante i mesi successivi.

Avete lavorato duramente per aumentare il traffico durante le feste natalizie. Trarre profitto da un pubblico redistribuito in modo ponderato ed efficace non serve solo a contrastare il crollo del traffico post-festività, ma anche ad aumentare i ROAS futuri, la fedeltà e i valori medi degli ordini.

Pin It on Pinterest