Il SEO web design è un processo di creazione di siti web che i motori di ricerca possano scansionare, indicizzare e comprendere. I crawler dei motori di ricerca non possono “leggere” e “interagire” con un sito web come con un essere umano. Per questo motivo accedono al codice HTML del sito e cercano segnali che li aiutano a capire la struttura del sito e il significato del suo contenuto.

Perché la SEO è importante per il Web Design?

Seguire pratiche di progettazione SEO Friendly per i siti web è importante per ottenere un risultato che soddisfi sia le esigenze degli utenti, che i motori di ricerca. Se i motori di ricerca non riescono a capire di quali argomenti parla un sito, potrà avere un impatto negativo sul traffico e sul posizionamento.

Principi di Web Design che sono anche SEO Friendly

Vediamo ora in che modo progettare siti Web in grado di coniugare sia le esigenze degli utenti che i motori di ricerca.

Questi sono i 6 principi da seguire:

 

Nota Bene: il SEO applicato al web design non riguarda l’aspetto grafico del sito web o i colori che usate. Questi sono elementi soggettivi e non qualcosa di importante per Google. Ciò che è importante è come un sito web sia strutturato e se invia i giusti segnali per soddisfare i vari fattori di posizionamento nei motori di ricerca.

  1. Accessibilità

Un sito web SEO friendly viene indicizzato dai motori di ricerca senza problemi. Questo è il primo principio del Web Design SEO Friendly, ed è molto importante.

Per assicurarvi che il sito web e i suoi contenuti vengano indicizzati correttamente, dovete tenere presenti questi passaggi:

Ottimizzare i Robots.txt

Robots.txt è un file nella root directory del sito web che fornisce istruzioni ai motori di ricerca su quali pagine del sito web possa indicizzare. Qualsiasi blocco falso nel file robot può essere disastroso, quindi la prima cosa da fare è controllare e ottimizzare il file robots.txt.

Controllare gli errori di scansione

Il prossimo passo è controllare gli errori di scansione. Google ha uno strumento per i webmaster noto come Search Console, che tra le altre cose può darvi informazioni sugli errori di scansione. Come fare?

Passaggio 1: aggiungete la verifica del sito web con Google Search Console.

Passaggio 2: trovate e correggete eventuali errori di scansione.

Inviare la Sitemap XML

Una Sitemap XML elenca tutte le pagine importanti di un sito web di cui i motori di ricerca devono essere a conoscenza.

È normale che un sito Web abbia molte pagine, ma non tutte sono utili ai motori di ricerca.

Per semplificargli il lavoro potete creare e inviare una Sitemap XML tramite la Google Search Console.

Le Sitemap non sono utilizzate solo a fini di scoperta, ma anche come un ottimo modo per informare i motori di ricerca sugli aggiornamenti nella struttura o nei contenuti del sito.

URL canonici

Un URL canonico indica ai crawler dei motori di ricerca la versione di una pagina che devono indicizzare.

Ad esempio, se avete pagine diverse per la versione desktop e per i dispositivi mobile con lo stesso contenuto, dovete dire a Google che queste pagine sono la stessa cosa. Se non lo fate, Google indicizza solo una delle versioni o si confonde, cosa che può influire negativamente sul posizionamento del sito.

Consigli:

Impostate un dominio preferito: Google Search Console vi aiuta a specificare il modo come volete che Google tratti le pagine.

L’esempio qui sotto illustra come per Google i link indichino due siti Web diversi (nonostante si tratti dello stesso dominio):

http://www.example.com

http://example.com

Specificate un URL canonico per tutte le pagine.

Ogni pagina del sito web deve specificare un URL canonico nell’intestazione.

Se state usando WordPress potete installare il plugin Yoast SEO e questo lo farà in automatico, oppure potete chiedere a uno sviluppatore di apportare le modifiche necessarie nel CMS.

ALT text per le immagini

Rendere le immagini accessibili ai motori di ricerca è un altro principio importante. Le immagini rendono la pagina più interessante e più facile da leggere, ma i crawler dei motori di ricerca non sono in grado di “capire” un’immagine.

Per semplificare il lavoro dei crawler e aumentare le possibilità di ottenere più traffico dalla ricerca è necessario ottimizzare le immagini. Il fattore SEO più importante per le immagini è l’ALT text.

Torna all’Indice

  1. Struttura del sito web

Avere una struttura del sito semplice e ben organizzata è vitale. I motori di ricerca funzionano dapprima con la scansione della home page di un sito web, quindi procedono con tutti i link che partono dalla home e solo successivamente indicizzano le altre pagine.

Ogni pagina del sito web dovrebbe essere accessibile dalla home page in tre click o meno. Quindi è sempre meglio organizzare il sito web in modo gerarchico, che comunque non superi più di 2 o 3 livelli.

Si consiglia di disporre di un menu breadcrumb che consenta agli utenti di tornare al livello precedente e infine alla home page.

Torna all’Indice

  1. Struttura URL

Una struttura URL ottimizzata deve corrispondere e supportare la struttura del sito web. Per struttura URL si intende il formato dei permalink (noto anche come slug).

Una struttura URL SEO friendly deve avere le seguenti caratteristiche:

Torna all’Indice

  1. Struttura link interni

Le pagine di un sito web dovrebbero essere collegate tra loro per creare una piccola rete.

Ci sono diversi motivi per cui questo rende un sito web più SEO Friendly:

  • Aiuta la scansione e l’indicizzazione
  • Aumenta la pertinenza dell’argomento
  • Aiuta a indirizzare il traffico verso le pagine più importanti del sito web
  • È un ottimo modo per rafforzare la strategia SEO

Torna all’Indice

  1. Ottimizzazione SEO On Page

Qualsiasi pagina pubblicata sul sito web dovrebbe essere ottimizzata per i motori di ricerca.

Ciò comprende:

  • Homepage
  • Pagine di categoria
  • Pagine singole o post
  • Landing page

I principi generali della SEO On-page che dovreste sempre seguire sono:

  • Prestare attenzione ai titoli delle pagine

Ottimizzare i titoli delle pagine è forse il fattore SEO più importante. Un titolo ben ottimizzato aiuta sia i motori di ricerca che gli utenti a capire di cosa tratta la pagina e questo si traduce in più click e un posizionamento migliore.

  • Lavorare sui titoli

Un buon design visivo divide una pagina in diverse sezioni “virtuali”. Questo è particolarmente utile per le pagine lunghe con molte informazioni (che si tratti di testo, immagini o video). Ogni sezione dovrebbe avere una propria intestazione ottimizzata. Ciò rende la pagina più facile da leggere sia per i crawler di ricerca che per gli utenti.

Tecnicamente ciò significa che una pagina dovrebbe avere un tag H1 (per il titolo principale), diversi tag H2 per le sezioni di intestazione e tag H3 per le sottosezioni.

Torna all’Indice

  1. Esperienza utente

Ultimo ma non meno importante, quanto si parla di SEO e di web design si deve dedicare particolare attenzione all’esperienza utente. Un design vincente non ha a che fare con colori e caratteri, ma mette il focus sul miglioramento dell’esperienza utente complessiva.

Quali sono i fattori più importanti da tenere presenti:

  • Velocità del sito web

Sia Google che gli utenti vogliono che i siti web vengano caricati rapidamente. Cosa intendiamo per siti web veloci? Un sito web che carica i contenuti in meno di 3 secondi su dispositivi mobile utilizzando una connessione 3G.

Se avete provato a migliorare la velocità di caricamento del sito web, sapete che è molto difficile arrivare a meno di 3 secondi. Tuttavia, dovreste mirare a rendere il sito web il più veloce possibile.

Potete utilizzare il report di PageSpeed Insights (uno strumento fornito da Google per consentire ai webmaster di rendere più veloce il sito Web), come punto di partenza.

  • Mobile friendly

Sapevate che il 60% delle ricerche su Google viene eseguito dai dispositivi mobile? Dovreste seguire un approccio “mobile-first” durante la progettazione del sito web. Invece di progettare il sito web per desktop e ottimizzarlo dopo per i dispositivi mobile, dovreste farlo al contrario, poiché questo sicuramente migliorerà l’esperienza dei vostri utenti.

Se avete già un sito web, assicuratevi che il sito web superi il test di ottimizzazione mobile. Successivamente, potete utilizzare uno strumento come Optimizely o Hotjar o altri software simili per monitorare il modo in cui gli utenti interagiscono con il sito mobile e apportare i miglioramenti necessari. Questi strumenti possono produrre una heatmap o persino sessioni utente di video record in modo che possiate vedere come gli utenti interagiscono il sito web.

  • Sicurezza del sito web

La sicurezza del sito Web non è un fattore di design, ma è un fattore che influisce molto l’esperienza utente. Il sito web deve essere protetto (https) e proteggere le informazioni dell’utente nel miglior modo possibile.

Ove applicabile, dovreste anche dimostrare agli utenti che il sito web è protetto mostrando loghi o altre informazioni pertinenti.

  • RankBrain UX

RankBrain è un processo di machine learning che fa parte dell’algoritmo di ranking di Google. Uno dei compiti di RankBrain è quello di analizzare alcuni segnali UX e scoprire quali sono i siti web che gli utenti preferiscono visitare per una determinata query.

Ciò significa che Google può migliorare il posizionamento di un sito web se vi sono prove che gli utenti lo preferiscono rispetto ad altri siti Web già posizionati meglio nelle SERPS.

Come tutto questo si collega al design del sito web?

Quando agli utenti piace una pagina web significa che stanno trascorrendo del tempo su questa pagina, leggendo il contenuto, interagendo con il sito e visitando più pagine.

Creare un sito web ottimizzato è un processo continuo che richiede analisi e test costanti. Ma non dovreste iniziare a fare cambiamenti su ciò che pensate che è meglio. Invece, dovresti apportare modifiche in base a decisioni informate analizzando il comportamento degli utenti sul sito web.

Analizzare il comportamento degli utenti sul sito

Programmi come Google Analytics possono aiutarvi ad ottenere informazioni su come gli utenti si comportano sul sito.

Potete visualizzare diversi strumenti e scoprire:

  • Il tempo che gli utenti passano su una pagina web e un sito
  • La frequenza di rimbalzo di una pagina
  • Le landing page principali

Conoscere queste informazioni vi aiuta a capire quali pagine richiedono maggiore attenzione e, soprattutto, a misurare l’impatto che le tecniche di ottimizzazione adottate hanno apportato al sito web.

Torna all’Indice

Conclusione

Il SEO web design riguarda la creazione di siti web apprezzati sia dagli utenti che dai motori di ricerca. Non dedicate tutto il tempo all’aspetto visivo di un sito web, ma dedicate maggiore attenzione all’esperienza utente e all’usabilità.

Un sito web che si vede bene sul desktop ma che è troppo lento sui dispositivi mobile non vi aiuterà a ottenere traffico e un migliore posizionamento organico. Ciò che gli utenti (e i motori di ricerca) vogliono sono siti web veloci, sicuri e ottimizzati per i dispositivi mobile.

Mettete alla prova il vostro sito web e analizzate il comportamento degli utenti utilizzando diversi strumenti e prendete decisioni informate su come migliorare il design, la struttura e il contenuto del sito web.

Pin It on Pinterest