Il fermento del movimento digitale, e la sua continua e inarrestabile evoluzione ha portato alla proliferazione di nuovi servizi in tal senso da parte di Agenzie Web, già presenti da molto tempo nel settore digitale, e soprattutto di sviluppatori di app. Sono professionisti dotati di una profonda conoscenza dei linguaggi di programmazione e della gestione dei codici.

Molto spesso, gli sviluppatori formano dei team insieme ad altre figure professionali, che hanno delle competenze nel mondo della grafica, dell’interfaccia utente, di testi e delle traduzioni. In questo modo nascono nuove agenzie digital agency. Ma come poter scegliere i migliori senza paura di cadere nelle mani del mestierante di turno? In questo interessante articolo capiremo come farlo, cercando di sviscerare tutti gli aspetti che bisogna prendere attentamente in considerazione!

Innanzitutto vediamo di capire meglio i requisiti che le aziende che realizzano app professionali e i propri sviluppatori dovrebbero avere:

  • Approccio analitico
  • Creatività al servizio della semplicità
  • Possibilità di utilizzo offline
  • Specializzazione

Vediamoli nel dettaglio:

Se è un vero professionista la prima cosa che vi proporrà è l’approccio analitico. Questo metodo è fondamentale non appena si viene contattati per avere maggiori informazioni sul progetto, e si attua nel momento in cui conversa con il cliente. In questo modo potrà conoscere le esigenze del cliente e capire quale tecnica utilizzare per creare l’app. In sintesi, fa tutte le domande possibili partendo dall’idea del cliente fino a conoscere ogni dettaglio riguardante il progetto relativo all’app che dovrà essere realizzata.

La parola d’ordine di qualsiasi sviluppatore di app dovrebbe essere prima di tutto semplicità. Non basta essere dei geni creativi e nella programmazione. Bisogna metterli al servizio del progetto richiesto e realizzare un’app il più possibile semplice e dall’utilizzo sempre fruibile per una vastissima varietà di utenti. A partire dal design, la prima cosa che balza all’occhio naturalmente. Un’altra prerogativa particolarmente importante è che avere un’app semplice permette una maggior velocità migliorando l’esperienza dell’utente.

Le App sono nate per il loro utilizzo online, questo è risaputo ma non solo. Un ottimo sviluppatore, infatti, si concentrerà anche sulla possibilità di creare una versione offline dell’applicazione. In poche parole, un’app che possa funzionare anche senza che il dispositivo mobile sia connesso al web. Nella maggior parte delle situazioni, questo elemento si può richiedere dietro pagamento di un ulteriore corrispettivo mensile. Provate a pensare, ad esempio, a Audible, la nuovissima App di Amazon dedicata agli audiolibri che ne consente l’ascolto, previo scaricamento, senza essere connessi ad internet.

La parola d’ordine per l’era digitale è la specializzazione. Il mondo delle App è molto variegato e presenta sistemi di programmazione molto diversi tra loro. A scanso di equivoci, è molto complicato che chi realizza ottime app per Android riesca a farlo con la stessa qualità anche per Io. Attenzione, quindi, a tutti coloro che sbandierano ai quattro venti le loro capacità in tutti e due gli ecosistemi indifferentemente. Chiedete loro delle App già sviluppate e con quali tecnologie sono state sviluppate. Fate attentamente le vostre valutazioni e non fermatevi al primo contatto o, peggio, allo sviluppatore che vi ha consigliato un vostro caro amico, ma contattate un team di professionisti che sono disposti prima di tutto ad ascoltarvi e fate le vostre valutazioni.

L’App mobile è un prodotto spesso piuttosto complesso, coinvolge più discipline, e necessita di un attenta valutazione iniziale mediante la creazione di un documento funzionale. Nel documento andranno inserite tutte le funzioni che l’App deve avere e come l’utente deve interagire con esse. Con la stessa idea progettuale sarà poi possibile, per voi, confrontare i vari preventivi richiesti dalle agenzie che contatterete.

Pin It on Pinterest