Sapete già in cosa consiste l’A/B Testing, noto anche come split testing? Sapevate che con ogni split test avete la possibilità di migliorare il tasso di conversione? Sapete come e quali sono gli elementi che dovete testare?

È arrivato il momento di scoprire di più su questa strategia di marketing!

L’A/B testing è uno strumento molto importante che vi offre la possibilità di aumentare il tasso di conversione e di raddoppiare i leads.

Non dovete più preoccuparvi di trovare un modo per trasformare i visitatori in clienti. Con A/B testing avete a disposizione tutti gli elementi necessari per rispondere a ogni vostra domanda.

A/B Testing

Il primo passo da intraprendere è decidere gli elementi del sito o della landing page da testare. Con l’A/B Testing si può testare un elemento alla volta. Alcuni degli elementi che potete analizzare includono:

-titoli della prima pagina
-ogni elemento grafico direttamente correlato con le vendite
-navigazione
-costi
-testimonianze/recensioni dei clienti
-colori
-call to action
-layout

Se ad esempio, come primo passo, desiderate concentrarvi sui titoli delle prime pagine, applicando l’A/B Testing, potete misurare con certezza l’efficienza di un particolare titolo confrontandolo con il titolo precedente. Utilizzando l’A/B Testing avete la possibilità di misurare i risultati delle diverse pagine del sito web e decidere i titoli più attraenti o interessanti.

Come condurre uno split test?

Primo passo – Determinate cosa volete testare

Dopo aver deciso l’elemento del sito da testare, il passo successivo è determinare come e con cosa sostituirlo. Piccoli cambiamenti, come il font o il colore delle lettere, possono fare una grande differenza agli occhi degli utenti.

Secondo passo – Test e varianti

Adesso è il momento di iniziare con il test. Fate due versioni dei titoli della pagina e lasciate che siano i visitatori a decidere quale sia la migliore. Potete anche decidere di testare il font, la grandezza delle lettere, i colori e ogni altro elemento che ritenete importante in modo da aumentare le conversioni.

Terzo passo – Raccogliere i risultati

Perché il test A/B abbia successo ci si deve assicurare che gli utenti abbiano la possibilità di visualizzare tutte e due le opzioni, sia la versione A che la versione B. Non affrettatevi a trarre le conclusioni senza avere prima a disposizione tutti i dati da analizzare.

Una buona idea è fissare un obiettivo a ognuno delle versioni, ad esempio vedere quale delle versioni arriva a realizzare per prima 100 conversioni. Questo perché per ogni versione ci devono essere abbastanza dati da analizzare.

Quarto passo – Analizzare i risultati

I software di split testing analizzano vari dati come il numero dei click, le vendite e i moduli d’iscrizione per poi determinare quale delle versioni sia più efficiente. Dato che l’A/B Testing lavora in tempo reale e usa un dato gruppo di “partecipanti”, i dati che raccoglierete saranno attuali e corretti.

Se avete tutti i dati a disposizione e ancora non riuscite a decidere sulla versione migliore, questo significa che non esiste una differenza reale o importante tra le due versioni. Per scegliere una versione potete decidere di ripetere l’A/B Testing, ed esaminare altri elementi.

Ottimizzare ogni elemento della strategia di marketing online

Anche se l’A/B Testing può essere usato per ottimizzare o “affinare” ogni aspetto di un sito web, questo processo è molto efficiente per testare certi elementi, quali:

  • Titoli – Assicuratevi che i titoli siano chiari e pensati per attirare i visitatori/clienti
  • Call-To-Action (CTA) – invece di contare su una sola Call to Action, potete esaminare differenti opzioni e definire il modo migliore per stimolare i visitatori a intraprendere un’azione.
  • Prova Sociale (Social Proof) – condividere le recensioni dei clienti e documentare l’attività sui social media (come il numero dei “Mi piace” e “Condividi”) risulta essere un mezzo di marketing molto importante ed efficiente. Usando l’A/B Testing si può avere la certezza che la Riprova Sociale per il sito sia ottimizzata per dare i migliori risultati possibili.

Per una migliore strategia di marketing online

Attraverso l’A/B Testing si possono conoscere con certezza quali sono gli elementi del sito web da cambiare e quali funzionano meglio per aumentare le conversioni.

Pin It on Pinterest

Share This
Iscriviti alla nostra Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter

Unisciti alla nostra mailing list per ricevere le ultime novità e aggiornamenti

Iscrizione avvenuta con successo!